CTI - Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente

Presente solo con Speech

Speech al convegno

Le nuove linee guida CTI per le diagnosi energetiche dei processi: la UNI/TR 11824
28 ottobre 2021 - Sala Verdi

(Durante il convegno "Strumenti e innovazione: soluzioni di efficientamento energetico nell’industria alimentare")

Relatori Sergio La Mura - Membro UNI/TC 212

 

Contenuti

Le nuove linee guida CTI per le diagnosi energetiche dei processi: la UNI/TR 11824

La diagnosi energetica ha l'obiettivo di fornire una panoramica dei consumi energetici del sito e, contestualmente, verificare la presenza e la fattibilità tecnico-economica di interventi che riducano i consumi energetici. L'Azienda ha deciso di effettuare la diagnosi energetica presso lo stabilimento al fine di adempire alle indicazione del Decreto Legislativo n.102/2014 (Allegato 2). La presente Diagnosi energetica assolve l'obbligo di realizzazione dell' Audit Energetico, secondo quanto richiesto dal suddetto decreto, per i 4 anni successivi alla data di realizzazione.

Transizione energetica: Fit for 55, spunti e opportunità

Il 21 settembre si è svolto in forma ibrida l'evento mcTER Smart Efficiency, giornata organizzata da EIOM e CTI sulla transizione energetica nel settore industriale. L'evento è stato dedicato alle principali novità nell'ambito del "Fit for 55: delivering the EU's 2030 Climate Target on the way to climate neutrality", il recente pacchetto varato dalla Commissione Europea con tutte le proposte per la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici. La transizione la energetica come piano dell'UE su clima ed energia.

Le nuove frontiere di biometano e bioenergie tra sostenibilità e risparmio energetico

Il biometano è una fonte di energia rinnovabile ottenuta da biomasse agricole (colture dedicate, sottoprodotti, scarti agricoli e deiezioni animali), agroindustriali (scarti di lavorazione della filiera alimentare) e da forsu (frazione organica dei rifiuti solido urbani). Esso permette di rispondere agli obiettivi di riduzione delle emissioni e di risparmio nella bolletta energetica, sfruttando le reti gas esistenti e contribuendo a incrementare la produzione nazionale. Il CNR ha stimato che entro il 2030, la produzione di biometano coprirà oltre il 10% dei consumi annuali di gas naturale sul suolo nazionale. Nel corso del convegno si alterneranno istituzioni, enti, esperti, principali attori del settore che, anche attraverso interessanti casi applicativi, faranno il punto sulle soluzioni innovative in ambito biometano e biocombustibili, dalla produzione all'analisi delle problematiche dell'immissione in rete.

Idrogeno verde: Il ruolo della normativa

In questo intervento si parlerà dell'attività normativa del CTI. Quali sono state le azioni messe in campo per per l'idrogeno. Quali sono i temi oggetto di approfondimento con Confindustria. Verranno mostrati i ruoli degli altri componenti del sistema enti-federati.

Teleriscaldamento e Teleraffrescamento: lo stato dell'arte, prospettive e criticità dall'osservatorio CTI

Il dossier di questo mese vuole fare il punto della situazione su un settore importante del mercato energetico nazionale, il teleriscaldamento e teleraffrescamento, in un momento in cui tra regolazione e incentivazione probabilmente si deve ancora definire bene quale sarà lo scenario futuro. Il CTI, in tale contesto, è attore di rilievo soprattutto sul fronte dello svliluppo della normativa tecnica di settore. In queste pagine i principali soggetti istituzionali e di rappresentanza interessati riportano qualche informazione utile a capire lo stato dell'arte, le prospettive e le criticità del settore.

Sistemi di contabilizzazione e termoregolazione - Pubblicata la UNI/TS 11819 per la valutazione tecnico-economica

Nel corso del 2020 la UNI/CT 271 del CTI ha lavorato alla stesura della UNI/TS 11819, specifica tecnica recentemente pubblicata a catalogo UNI che fornisce una metodologia per la valutazione tecnico-economica di cui all'art. 9 comma 5, lettera b) e c) del D.Lgs. n.102/2014 e successive modifiche e integrazioni. Il nuovo riferimento normativo non è citato dalla legge vigente in materia e pertanto è di applicazione volontaria, nessun obbligo. Tra gli obiettivi della specifica tecnica - elaborata sulla base degli importanti contributi forniti da tutti gli esperti della CT 271 e in particolare da CNI, AICARR ed ENEA - quello di sensibilizzare tutte le parti interessate (termotecnici, condòmini, amministratori condominiali, progettisti, installatori, costruttori e gestori) alla corretta applicazione dell'obbligo di legge sull'installazione dei sistemi di contabilizzazione e termoregolazione. La specifica tecnica potrà quindi essere d'aiuto non solo agli operatori del settore ma anche agli enti preposti ai controlli, ovvero le Regioni e le Provincie Autonome.

Legislazione e norme tecniche in Ambito energetico

Il valore di un investimento si genera, si quantifica, si concretizza, si stabilizza, diventa materiale e sostenibile.

Comunità energetiche e autoconsumo collettivo: caratteristiche e opportunità di queste nuove configurazioni

UNI pubblica le norme nazionali e internazionali e le PdR prodotte dal CTI. Per poter influire sulla normazione internazionale, in CTI si formula la posizione nazionale. Le norme tecniche sono elaborate dai Soci CTI con un processo bottom-up e rispondono all'esigenza del mercato o di uno specifico stakeholder.

La diagnosi energetica come strumento: competenze e autonalisi

La diagnosi energetica nelle sue definizioni Debole Consiste nell'analizzare come l'impresa consuma energia e nel valutare quali interventi di miglioramento possono portare al miglioramento delle condizioni di gestione e alla diminuzione dei costi e delle spese di gestione. Robusta Procedura sistematica finalizzata a ottenere un'adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio o gruppo di edifici, di una attività o impianto industriale o commerciale o di servizi pubblici o privati, a individuare e quantificare le opportunità di risparmio energetico sotto il profilo costi-benefici e a riferire in merito ai risultati.

Building Automation Control System: asseverazione, competenze ed efficienza energetica

Tutti i prodotti e i servizi tecnici per la regolazione automatica, il monitoraggio, l'ottimizzazione, il funzionamento, l'intervento umano e la gestione, al fine di perseguire l'efficienza energetica, economica e la sicurezza dei servizi degli edifici (UNI/TS 11651). Il sistema di automazione e regolazione di un edificio può riguardare i seguenti servizi: riscaldamento, produzione di acqua calda sanitaria, raffrescamento, ventilazione e condizionamento dell'aria, illuminazione, schermature solari, gestione tecnica dell'edificio.

Aggiornamenti normativi su biogas e biometano

Gli enti normatori di riferimento in materia di biogas e biometano sono la Commissione Tecnica CT 284 << Biogas e Syngas >>, i Gruppi di lavoro CT 101/GL2 << Biometano >> e CT 113/GL03 gli impianti di riduzione e Commissione Tecnica CT 328/GL 08 << Specifiche del gas naturale>>. Il Green Deal europeo o Patto Verde europeo: quale ruolo svolge? La normativa sui criteri di sostenibilità per il biometano. Quali sono? 1. UNI/TS 11567 - Sostenibilità biometano e biogas; 2. UNI 10458 - Offerta e collaudo impianti biogas; 3. UNI CEI EN 16325 - Garanzia di Origine; 4. UNI EN 16723 - Specifiche per il biometano; 5. UNI/TS 11537 - Indicazioni per l'immissione di biometano in rete.

La cogenerazione, oggi e domani

Introduzione all'analisi con grafici dedicati al Bilancio Elettrico Nazionale per il 2018, alle sezioni di potenza e produzione impianti di cogenerazione in funzione della tecnologia utilizzata, alle soluzioni per la generazione distribuita di energia. Il recente Rapporto del Gestore dei Servizi Energetici (GSE) illustra qual è il quadro statistico completo sulla diffusione e sugli impieghi delle fonti rinnovabili di energia (FER) in Italia.

Filtrazione dell'aria - Un prezioso alleato non solo in periodi di emergenza sanitaria

Tra gli strumenti più importanti per la riduzione del rischio di contagio da agenti patogeni aerotrasportati negli ambienti confinati, ci sono senza dubbio gli impianti di ventilazione con i relativi sistemi di filtrazione dell'aria. La "contaminazione aerotrasportata" e gli "impianti di ventilazione" sono due tematiche ampiamente dibattute durante i primi mesi della pandemia, purtroppo con argomentazioni spesso lontane dalla realtà e da persone prive delle necessarie conoscenze di base sull'argomento, con conseguente rischio di demonizzare presso il grande pubblico ciò che invece, nella realtà, è fonte di vita per noi esseri umani: l'aria.

Le norme per l'esercizio delle attrezzature a pressione - Verso la gestione del Life Cycle Management

Sono passati oltre dieci anni dalla pubblicazione della prima specifica tecnica della serie UNI/TS 11325, la prima rappresentante di quella che è diventata negli anni una vera e propria area di sviluppo normativo: non esisteva infatti fino ad allora un corpo organico di specifiche tecniche e norme indirizzate a disciplinare un settore, quello dell'esercizio attrezzature a pressione, assai variegato in termini di settori industriali e dimensioni aziendali, e che coinvolge una moltitudine di soggetti: fabbricanti, progettisti, installatori, aziende utilizzatrici, manutentori, organismi di certificazione ed enti di controllo. Questo pacchetto di norme e specifiche tecniche, che include la citata serie UNI/TS 11325 ma anche altre norme identificate con numeri diversi si è sviluppato secondo una logica non sempre coerente, in quanto è stato seguito inizialmente un criterio di urgenza, che mal si concilia con le necessità di un processo organico e pianificato.

La stima della trasmittanza termica dell'involucro opaco - Alcuni dei lavori in corso sui tavoli del CTI

Tra i dati in ingresso alla stima della prestazione energetica degli edifici vi è la trasmittanza termica degli elementi dell'involucro dell'intero fabbricato oggetto di valutazione. Indicata convenzionalmente con la lettera "U", la trasmittanza termica rappresenta forse il parametro da cui dipende maggiormente il fabbisogno di energia termica dell'edificio. Sebbene la formulazione matematica sia relativamente semplice da applicare, la trasmittanza termica può essere ricavata, in base alla disponibilità di dati, con diversi criteri. L'approccio generalmente utilizzato prevede l'applicazione della UNI EN ISO 6946 che trae i dati da inserire nella formula di riferimento direttamente dalla conoscenza della stratigrafia della struttura. La prima versione della UNI EN ISO 6946 risale al 1999. Tale applicazione deve essere supportata dalla disponibilità di informazioni tecniche e progettuali dell'elemento oggetto di valutazione (caratteristiche geometriche e termofisiche). Non sempre si hanno a disposizione tali informazioni così nel tempo sono nati vari approcci alternativi che possono essere adattati alle varie situazioni di verifica/progettuali.

Video Webinar Lo stato della normativa tecnica in materia di efficienza energetica nel settore industriale

Gli audit energetici dovrebbero tener conto delle pertinenti norme europee o internazionali, quali EN ISO 50001 (...), o EN 16247-1 (...) o, se includono un audit energetico, EN ISO 14000 (...) e pertanto essere in linea anche con le disposizioni dell'allegato VI della presente direttiva poiché tali disposizioni non vanno oltre i requisiti di dette norme pertinenti. Una norma europea specifica sugli audit energetici è attualmente in fase di elaborazione.

Lo stato della normativa tecnica in materia di efficienza energetica nel settore industriale

Gli audit energetici dovrebbero tener conto delle pertinenti norme europee o internazionali, quali EN ISO 50001 (...), o EN 16247-1 (...) o, se includono un audit energetico, EN ISO 14000 (...) e pertanto essere in linea anche con le disposizioni dell'allegato VI della presente direttiva poiché tali disposizioni non vanno oltre i requisiti di dette norme pertinenti. Una norma europea specifica sugli audit energetici è attualmente in fase di elaborazione.

CTI: cresce l'attività normativa nel 2020 - Progetti in corso e prospettive per il futuro

L'attività del CTI nel 2020 è stata caratterizzata dall'esistenza della pandemia. In un clima di forte timore per il futuro manifestato dai Soci, sia aziende che persone, da subito abbiamo ritenuto necessario concentrare la maggior parte delle risorse umane CTI sulla normazione tecnica che costituisce il core business delle nostre attività e il motivo base per cui i Soci investono nell'ente. Questo approccio ha permesso di <> fin dal primo istante la marcia giusta e garantire la continuità del servizio sui tavoli della normazione nazionale ed internazionale. Il tutto si è tradotto in un aumento significativo del numero di riunioni che ha riportato nel giro di pochi giorni Soci ed esperti attorno ai nostri tavoli virtuali grazie anche ad una aumentata disponibilità conseguente anche all'assenza di costi di trasferta.

La normativa tecnica per l'efficienza energetica: aggiornamenti e lavori in corso

- Le norme tecniche - Ambito energetico (Dir. 2012/27/UE) - Art. 2, comma 25 - audit energetico - Ambito economico (Reg. UE 2020/852) - Efficienza energetica sostenibile: gli step per un'EPIA - Le diagnosi sono il primo step verso un ritorno economico sostenibile dell'investimento - Linee guida nazionali CTI - Processi

Il framework 2030, il rafforzamento delle competenze all'insegna della sostenibilità

- Direttiva 2018/1999 - Direttiva 2018/2002 - La transizione energetica grazie a quali figure? - I focus necessari da affrontare - Strategia C 1 LED - Strategia C2 Fotovoltaico - Strategia C3 Cogeneratore - Strategia C4 Gruppo HVAC - Strategia C5 Impianti termici --Gestione VaporeGestione Vapore - Strategia C6 Aria Compressa

Superbonus e fotovoltaico. La cumulabilità degli incentivi

A seguito del Dossier pubblicato sul precedente numero di Energia e Dintorni, ritorniamo sull'argomento Superbonus cercando di mettere in relazione questo tipo di detrazioni con altre forme di incentivazione attualmente in vigore. In particolare, in questo articolo, ci concentreremo sul fotovoltaico. Come ormai noto a tutti, un impianto fotovoltaico può accedere al superbonus solo come intervento "trainato". Occorre quindi necessariamente effettuare almeno uno degli interventi "trainanti" per poter detrarre al 110% anche la spesa per l'impianto fotovoltaico. Come ormai noto a tutti, un impianto fotovoltaico può accedere al superbonus solo come intervento "trainato". Occorre quindi necessariamente effettuare almeno uno degli interventi "trainanti" per poter detrarre al 110% anche la spesa per l'impianto fotovoltaico.

Diagnosi nell'industria farmaceutica: il difficile sincronismo fra produzione e assorbimenti energetici

- Scopo dell'ananalisi energetica - Il confronto - Consigli e possibili risparmi

L'efficienza nell'industria chimico-farmaceutica: l'evento CTI-EIOM

Il 26 febbraio u.s. si è tenuto un nuovo evento degli mcTER Days - Mostra Convegno sulla termotecnica con un focus verticale sul settore farmaceutico e della chimica connessa. Poco più di 900 persone hanno seguito le quattro ore e mezza di convegno senza interruzioni e con un'attenzione costante. Ennesima dimostrazione che l'efficienza energetica è sempre ai primi posti nell'interesse di aziende, fornitori di servizi, indotto, consulenti. È sempre stato così, ma ora stiamo vivendo un momento particolare in cui anche la politica internazionale con la decarbonizzazione, europea, con il green deal e italiana con il nuovo assetto del Governo della transizione ecologica che ha inglobato l'energia, stanno spingendo l'acceleratore.

I dati climatici per le applicazioni termotecniche: l'evoluzione della normazione tecnica

Sulla gazzetta ufficiale del 2 febbraio 2021 è stato pubblicato il Parere del Comitato europeo delle regioni sull'"Impatto dei cambiamenti climatici sulle regioni/valutazione del Green Deal europeo". Nel documento viene sottolineato come il Green Deal rappresenti uno strumento fondamentale per permettere all'UE di conseguire gli obiettivi dell'accordo di Parigi, attuare pienamente l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite e gli obiettivi di sviluppo sostenibile. Viene anche ricordato che i cambiamenti climatici interessano tutte le regioni europee e che incidono sulla salute, sull'ambiente e sulle economie, richiedendo un'azione urgente e uno sforzo trasformativo affinché le sfide poste si convertano in opportunità.

Predisposizione degli edifici all'intelligenza. Pubblicati i due regolamenti applicativi della commissione europea

Il 21 dicembre 2020 sono stati pubblicati nella gazzetta ufficiale dell'Unione europea due importanti documenti applicativi della direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica degli edifici (articolo 8, paragrafo 10). REGOLAMENTO (UE) 2020/2155 - Istituzione di un sistema comune facoltativo per valutare la predisposizione degli edifici all'intelligenza REGOLAMENTO (UE) 2020/2155 - Modalità tecniche per l'attuazione efficace di un sistema comune facoltativo per valutare la predisposizione degli edifici

Attività degli organismi europei di normazione a sostegno degli ecosistemi industriali

Il sistema di normazione è stato determinante nell'affrontare gli effetti della pandemia. A tal proposito la Commissione europea (CE) ha chiesto agli organismi di normazione di mappare le attività in corso in relazione agli ecosistemi industriali. Il documento in oggetto, disponibile nell'area "legislazione" del CTI, è organizzato in due sezioni: la prima incentrata sul lavoro del CEN e del CENELEC e la seconda su quello dell'ETSI. Il documento riporta indicazioni e considerazioni sull'energia rinnovabile supportate dal quadro per le politiche dell'energia e del clima agli orizzonti 2020-2030 evidenziando l'importante ruolo dell'energia rinnovabile nella transizione verso un sistema energetico europeo più competitivo, sicuro e sostenibile.

La progettazione di edifici ad alta efficienza energetica: il confronto con un professionista del settore

Nei vari articoli di questa rivista si è parlato spesso di efficienza energetica nella progettazione degli edifici e ovviamente anche di come le norme costituiscano strumenti a disposizione dei professionisti per andare verso le cosiddette "best practices". Iniziamo quindi il nuovo anno nel modo migliore, continuando a parlare di progettazione, ma questa volta in maniera un po' insolita: entriamo direttamente in cantiere e facciamo due chiacchiere con un professionista del settore. Paolo Savoia, ingegnere e autore del libro "Impianti termici negli edifici residenziali ad elevate prestazioni energetiche" (Maggioli Editore), da anni progetta e propone soluzioni impiantistiche per edifici in grado di coniugare comfort e risparmio energetico.

SUPERBONUS - Il Decreto Rilancio

Purtroppo, il protrarsi dell'emergenza Covid-19 sta creando non solo problemi seri dal punto di vista sanitario e umano, ma anche criticità per la tenuta del tessuto economico di molti Paesi, tra cui il nostro. È noto quindi a tutti come le azioni del Governo siano state, in questi mesi, incentrate da un lato sul contrasto alla pandemia e dall'altro sul sostegno dei settori e delle categorie più colpite. In tal senso, tra i provvedimenti fondamentali, vi è il cosiddetto "Decreto Rilancio", più precisamente decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modifiche dalla Legge n. 77 del 17 luglio 2020. In questo provvedimento sono state appunto varate misure a ristoro di varie categorie e settori, tra i quali quello dell'edilizia, attraverso il cosiddetto "superbonus" (il riferimento è l'art. 119).

mcTER: gli eventi CTI-EIOM Cogenerazione e Smart Efficiency

Dal 24 al 27 novembre si è svolta la settimana mcTER Web Edition, un ciclo di webinar dedicati ai settori più in voga di questi ultimi anni e punto di riferimento per gli operatori dei vari settori coinvolti. La partecipazione ha registrato numeri davvero molto importanti, soprattutto se si considera che da quest'anno tutti gli eventi sono stati gestiti interamente online. Eiom e CTI hanno quindi collaborato, come ogni anno da parecchio tempo ormai, per la realizzazione di mcTER Cogenerazione e mcTER Smart Efficiency. I due webinar di cui parleremo nel seguito sono stati possibili grazie agli interventi di soggetti istituzionali appartenenti al mondo della normazione, della ricerca e delle associazioni di categoria e agli spunti "tecnologici" forniti dalle aziende. Il Dossier propone alcuni degli interventi presentati durante le due giornate organizzate da EIOM e CTI.

Superbonus: incentivi sull'efficienza e sull'automazione

- Super Bonus - Aspetti chiave - BACS - Requisiti tecnici - valvole termostatiche / Building Automation

Biometano e sostenibilità

- Obiettivi di sviluppo sostenibile - Sostenibilità ambientale secondo le RED I e II - Contesto legislativo - Il primo operatore - L'RT 31 di Accredia Rev 3:2018 - Dichiarazione di Sostenibilità - Il Fossil Fuel Comparator

La Cogenerazione in Italia: a che punto siamo

- Introduzione alla Cogenerazione in Italia - Dati produzione - Grafici con Bilancio elettrico - Produzione elettrica e termica e indice elettrico - Sezioni e potenza CAR nel 2018 - Efficienza media della produzione CAR nel 2018 - Risparmio di energia primaria nel 2018 dovuto agli impianti CAR

Microcogenerazione: le novità 2020 e i meccanismi di incentivazione

- Micro Cogenerazione - Incentivi disponibili - SuperBonus 110% - Proposte GC <> - CTI - Proposte CT 251 - CTI - Evoluzione normativa - Ambiti di intervento

Le diagnosi energetiche come strumento per l'efficienza: le linee guida CTI

- Le diagnosi energetiche: Ambito economico (Dir. 2012/27/UE) - Le diagnosi sono il primo step verso un ritorno economico sostenibile dell'investimento - La UNI CEI EN 15900 - Energy review vs Energy audit - Linee guida nazionali CTI

SRI e building automation al servizio del terziario

- RSE: i consumi degli edifici non diminuiscono - Edificio 4.0: Green & Digital - La BA nelle direttive EU, la EPBD 3 844/2018 - Vademecum AiCARR-ANIE CSI sui BACS - La legge di attuazione della 844, Dlgs 48/2020 - Risparmi conseguibili per classe di automazione - L'adozione del SRI da parte della EU: atto delegato - SRI metodo multicriterio

Una novità nel panorama della normazione tecnica. La garanzia di origine per l'utilizzo di fonti rinnovabili.

La garanzia di origine per l'utilizzo di fonti rinnovabili, idrogeno compreso, anche in cogenerazione La Direttiva (UE) 2018/2001 sulla promozione dell'uso delle fonti rinnovabili porta con sé qualche novità interessante per il lettore di questa guida. Oltre a ridefinire le soglie di sostenibilità per bioliquidi e biogas utilizzabili in cogenerazione e a disciplinarne le modalità per le verifiche connesse, affronta anche l'importante tema della Garanzia d'Origine per l'energia. Il passaggio importante su cui si ritiene utile attirare l'attenzione è qualche "considerando" nella parte inziale della direttiva e l'art. 19. Il considerando (55) chiarisce sufficientemente bene che "le garanzie di origine [...] hanno unicamente la funzione di dimostrare al cliente finale che una determinata quota o quantità di energia è stata prodotta da fonti energetiche rinnovabili.

La normativa tecnica per l'efficienza energetica. A che punto siamo

Efficienza energetica sostenibile: gli step per un'EPIA (Energy Performance Improvement Action). 1. Diagnosi energetica e stima dei risparmi attesi 2. Valutazioni econ./finanziarie e contrattualistica 3. Costruzione e messa in servizio dell'EnPIA 4. Gestione e manutenzione 5. Misurazione e verifica

Strategie di efficienza energetica nel settore alimentare

Il settore alimentare rappresenta uno dei maggiori contributori netti alla produzione dei gas serra in ambito planetario grazie alle emissioni indotte sia dai consumi energetici - in larghissima parte derivanti dall'utilizzo di combustibili fossili - sia dalle emissioni di gas climalteranti derivanti dalla coltivazione dei suoli e dal comparto zootecnico. Ad aggravare tale situazione è la piena consapevolezza che tali emissioni sono destinate ad aumentare a seguito dell'inarrestabile incremento della popolazione mondiale oltre che delle sue esigenze alimentari. Unico strumento a disposizione risulta così una diffusa implementazione di strategie mirate all'efficienza energetica.

Prevenzione legionella ed efficienza energetica: un binomio possibile

Ogni anno la fonte ufficiale italiana (ISS) redige il rapporto annuale sulla legionellosi in Italia.

Gli EnPI o indicatori di efficienza energetica: uno strumento fondamentale per fare efficienza energetica

EnPI e norme di interesse La famiglia norme ISO 50001 ISO 50006 "Sistemi di gestione dell'energia - Misurazione della prestazione energetica utilizzando il consumo di riferimento (Baseline - EnB) e gli indicatori di prestazione energetica (EnPI) - Principi generali e linee guida" Gli Indicatori di efficienza energetica: come parlare la stessa lingua.

Una novità nel panorama della normazione tecnica

La garanzia di origine per l'utilizzo di fonti rinnovabili, idrogeno compreso, anche in cogenerazione. La Direttiva (UE) 2018/2001 sulla promozione dell'uso delle fonti rinnovabili porta con sé qualche novità interessante per il lettore di questa guida. Oltre a ridefinire le soglie di sostenibilità per bioliquidi e biogas utilizzabili in cogenerazione e a disciplinarne le modalità per le verifiche connesse, affronta anche l'importante tema della Garanzia d'Origine per l'energia.

OLTRE GLI NZEB IL PROGETTO EUROPEO CULTURAL-E

La ricerca applicata al settore delle costruzioni, affrontata in un'ottica olistica, risulta oggi essere più impegnativa rispetto al passato, infatti gli aspetti da considerare per dare compiutezza alle valutazioni sono maggiori e riguardano settori come l'efficienza energetica, le emissioni di carbonio, l'uso sostenibile delle risorse, la gestione del ciclo di vita e il comfort ambientale interno.

Sostenibilità biometano e biocarburanti. Le nuove versioni della UNI/TS 11429 e UNI/TS 11567

Il CTI ha iniziato a lavorare alla sostenibilità dei biocarburanti da tempo. Risale agli ultimi anni del precedente millennio l'attività in materia svolta dal Comitato in un consorzio finanziato dalla Commissione Europea e finalizzato ad approfondire le emissioni di gas serra e i principali impatti associabili alle filiere di biocarburanti note all'epoca: paglia, colture vegetali dedicate, legna, biodiesel, etanolo e biogas.

La cogenerazione oggi, pensando al domani

Di cogenerazione se ne parla oggi, come se ne parlava ieri e si continuerà a parlarne in futuro. La cogenerazione attrae e stimola il mercato: un convegno, seminario o workshop che sia, se parla di cogenerazione vede partecipazioni sempre numerose e un interesse costante se non in crescita. Ad ogni evento le aziende di settore, così come i progettisti e i fornitori di servizi presentano soluzioni nuove o ambiti applicativi stimolanti. Eppure, la tecnologia è ben nota da tempo e decisamente consolidata, ma attrae sempre. Non è così per altri settori, dove raggiunto il plateau, l'interesse rimane, ma più o meno sfumato. Perché?

Le novità normative sulla microcogenerazione

In questo articolo verranno illustrate quelle che sono, ad oggi, le principali novità sia sul piano normativo, sia su quello legislativo in merito alla microcogenerazione. Parliamo quindi di macchine con taglia relativamente piccola: dalle direttive europee è infatti definita "micro" la cogenerazione di taglia inferiore a 50 kW di potenza elettrica (la "piccola" cogenerazione arriva invece fino ad 1 MW).

Efficienza energetica degli edifici

Evidenziata dalla corte dei conti europea la necessità di maggiore attenzione al rapporto costi - benefici. Sul sito della Corte dei Conti europea è stata pubblicata la relazione speciale dal titolo "Efficienza energetica degli edifici: permane la necessità di una maggiore attenzione al rapporto costi-benefici". In calce al documento la Commissione europea (CE) viene fornita una risposta alle raccomandazioni della Corte dei Conti. Già nella relazione speciale n. 21/2012 la CE aveva emanato orientamenti per migliorare gli investimenti nell'efficienza energetica degli edifici, compreso il loro rapporto costi-benefici. Erano state individuate buone pratiche, strumenti finanziari, indicazioni su sovvenzioni e modulazione del tasso di aiuto.

L'attività normativa sulla cogenerazione

- Ruolo della cogenerazione nel nuovo DL "RILANCIO" Art.119 "Incentivi per efficientamento energetico, sisma bonus, fotovoltaico e colonnine di ricarica di veicoli elettrici (cosiddetto "superbonus") - La cogenerazione nel nuovo D.Lgs 48 del 10 giugno 2020 Modifiche al D.Lgs 192/05 per il recepimento della Direttiva 2018/844 (EPBD III) - Calcolo delle prestazioni energetiche di un cogeneratore (CT 251) - Metodo orario vs. Metodo mensile -

Il CTI e l'aggiornamento delle norme ISO 50001, UNI CEI 11339 e UNI CEI 11352

- Introduzione a CTI - Aggiornamenti norme ISO 50001, UNI CEI 11339 e UNI CEI 11352

Gruppo consultivo Decreto Legislativo N. 102/2014 - Schema di Decreto recante attuzione della Direttiva (UE) 2018/2002

Il nuovo schema di decreto recante attuazione della Direttiva (UE) 2018/2002, che modifica la direttiva 2012/27/UE sull'efficienza energetica, ha richiesto la convocazione del Gruppo Consultivo del CTI dedicato al Decreto Legislativo n.102/2014. Le varie tematiche oggetto della disposizione legislativa in corso di esame sono state affrontate nella riunione del 14 aprile (tenutasi rigorosamente online) da poco più di 40 esperti, in rappresentanza di aziende, associazioni e organi regionali. L'obiettivo conclamato all'inizio dell'incontro è stato chiaro: raccogliere le prime osservazioni e le prime proposte sullo schema di decreto, creando così i presupposti per un confronto su temi molto importanti per i settori coinvolti: contabilizzazione del calore e termoregolazione, diagnosi energetiche, sistemi di gestione dell'energia, meccanismi di incentivazione e molto altro ancora.

Il Green Deal Europeo una risposta ai problemi climatici e ambientali

Si riportano di seguito alcuni esiti e aspetti interessanti per quanto concerne il tema dell'energia e dell'ambiente. Tali tematiche sono e saranno affrontate da buona parte delle commissioni tecniche in seno al CTI. Tra gli obiettivi riportati nel documento vi è quello di perseguire una strategia di crescita dell'UE "giusta e inclusiva" attraverso la creazione di una società ad emissioni nette di gas a effetto serra pari a zero e in cui la crescita economica sia disgiunta dall'utilizzodelle risorse. Per sostenere il Green Deal europeo sarà necessario riesaminare le politiche per l'approvvigionamento dell'energia pulita in tutti i settori dell'economia focalizzando indirizzando i necessari investimenti sulla protezione e il ripristino degli ecosistemi naturali, agevolando l'utilizzo sostenibile delle risorse e perseguendo azioni per il miglioramento della salute umana.